Bufalini/pebbleArt

Michela Bufalini è un’artista particolare, nasce come grafica pubblicitaria ma  il suo amore per l’arte e la pittura la porta inevitabilmente verso svariate sperimentazioni artistiche. L’incontro con una pietra molto speciale durante una passeggiata in campagna segna per sempre il suo destino artistico e da quel momento la converte ad una passione creativa per i sassi.

La ricerca dei sassi è probabilmente il passaggio più importante, e Michela li raccoglie con molta cura un po’ ovunque, spiegando che ogni posto regala sassi diversi :
Alcuni sassi sono così belli in natura che per rispetto mi limito solo a pulire in modo da mettere in risalto le naturali venature e colori, altre volte, quando si tratta di pietre banali con poca personalità, decido di intervenire con il colore per valorizzarle al massimo.”
Successivamente questi vengono lavati e asciugati al sole, per poi essere dipinti e assemblati con una tecnica del tutto originale, di cui l’autrice si dichiara molto gelosa. Michela lavora in modo intuitivo, non segue schemi, non prepara bozzetti, si lascia guidare da ciò che le suggeriscono i sassi, con i quali ha un rapporto istintivo, li definisce “elementi timidi con un’anima e una loro personalità molto nascoste”.

Oltre alle pietre che naturalmente sono l’elemento predominante, Michela utilizza talvolta altri materiali che servono ad arricchire le sue composizioni,  come legno, piccoli ramoscelli, pezzi di vetro, plastica, cartone, stagno, rame, miscugli di terre… tutti elementi che una volta assemblati collaborano magicamente tra loro creando un’armonia alla composizione ed invitando l’osservatore ad una visione poetica della vita.

Pebble Art Pebble Art Pebble Art Pebble Art Pebble Art Pebble Art Pebble Art pebble art

LA SCHEDA DI BUFALINI/PEBBLE ART

NOME: Michela Bufalini

ATTIVITA’: Bufalini/pebbleArt

COSA FA’: Quadri di sassi dipinti a mano

DOVE: Impruneta (FI)

MOTTO: “Per la maggior parte delle persone un sasso è solo un sasso…non per me.”

SITO WEB: https://www.gigarte.com/quadridipietra

INTERVISTA SUL BLOG: Link

inArteDonna